ANEDDOTI

# Cine-cena italiana

Tre volte all’anno gli spettatori golosi del cinema Pax hanno un appuntamento da non mancare : il ciné-repas. Si sceglie un paese, o un tema, due film, un menù e ci si imbarca per un soirée particuliere.

IMG_5129La formula nasce una decina di anni fa, quando la versione originale faceva ancora paura a buona parte del pubblico. I volontari cercavano un modo per sensibilizzare alla VO e decidono di unire al film una cena. Il primo cine-repas é con La meglio gioventù (6h 40m) e nell’intervallo viene proposto un buffet italiano. Così una cinquantina di persone scoprono che la VO non é poi così male -se il film è bello- e di stagione in stagione l’appuntamento diventa sempre più gettonato.


afficheSabato scorso l’Italia era ancora protagonista e già all’inizio della settimana i posti erano esauriti, con 30-40 persone in lista d’attesa. 200 persone avevano riservato la formula 2 film + cena a 20 €.  La
nourriture ed il cinema del bel paese, a quanto pare « tirano » ancora parecchio (l’ultimo tutto esaurito era stato due anni prima con una serata Bollywood). E il mix dei due film proposti non erano proprio da grand pubblic.

Volevamo proporre qualche cosa di diverso e abbiamo scartato tutti i registi già conosciuti oltralpe: Sorrentino, Garrone, Crialese e, ovviamente, Nanni Moretti. Abbiamo così scelto di iniziare con Il capitale umano di Virzì e di chiudere, dopo la cena, con l’anteprima di Per amor vostro di Gaudino, che uscirà in Francia il 13 aprile prossimo.

Ci ritroviamo alle 14 per montare i tavoli nella sala della cena. Con, per fortuna, una decina di volontari ce la caviamo con un’oretta di lavoro. Alle 15 c’é Francia – Italia alle 6 nazioni e scherzando propongo al presidente di boicottare i film italiani in caso di una sconfitta francese e di rimborsare i 400 biglietti prevenduti (durante la partita mi avrà sicuramente maledetto :)).  

IMG_5136Nonostante tutti me lo chiedessero, rispondevo che “No, fare spaghetti per 200 persone non era un requisito per ottenere la cittadinanza italiana”. Per la cena ci siamo affidati al cuoco di fiducia dei cine-repas, che passa dal pollo al curry al risotto al parmigiano con molta facilità. Per la cronaca il risotto non era niente male !

Altra preoccupazione ricorrente : « Ma Per amor vostro non é troppo difficile ? ». L’avevamo visto assieme ai volontari più attivi e i pareri erano spaccati. Eravamo d’accordo che la Golino fosse magnifica ed il film interessante e ambizioso. Ma anche difficile. Pieno di riferimenti a Dante necessari per seguirlo (per chi l’avesse visto un esempio su tutti : la scena dell’autobus). Il pubblico di questo avvenimento non é cinefilo ; la maggior parte viene per passare una serata in compagnia. Un film del genere rischiava di annoiare il pubblico ma abbiamo deciso di programmarlo comunque per far scoprire qualcosa di diverso.

Alle 17h30, la coda fuori dal cinema attende di entrare. Sapendo che la sala era completa, la gente voleva accaparrarsi i posti migliori e, soprattutto, non finire in prima fila. Per Il capitale umano vendiamo alla cassa gli ultimi biglietti singoli disponibili, riempiendo completamente le 230 poltrone (avremmo voluto ripassarlo domenica mattina ma il palinsesto era già completo).

IMG_5124A me il compito di introdurre film di Virzì e la serata. Già in sala, quando alla fine della proiezione il film viene applaudito, sono contento. Ma la vera soddisfazione é durante la cena : molti vengono a farmi i complimenti per la scelta del film, alcuni mi chiedono gli altri film del regista, e tutti mi rispondono entusiasti se gli domando del film. Dopo la cena si ritorna subito in sala.

IMG_5163Philippe introduce il film di Gaudino e cerca di dare delle piste di lettura per non perdersi. Durante la proiezione scruto dalla cabina la reazione del pubblico che, nonostante digestione in atto, mi sembra molto attento  (una sola persona esce dalla sala). Alla fine dei film vado all’uscita per ascoltare i commenti. « film difficile » « duro » « mi mancano delle referenze » « un film che non avrei visto altrimenti », « non mi dispiace anche se non ho capito tutto ». Forse siamo stati anche noi troppo ambiziosi. Per amor vostro nonostante i riconoscimenti della critica (premio per la migliore interprete a Venezia per la Golino, etichetta Film della Critica del SNCCI) resta un film d’autore complesso, soprattutto per il pubblico dei ciné-repas.


IMG_5140Il bilancio della serata mi sembra comunque positivo, grazie all’equilibrio con il primo film. L’iniziativa é super interessante per difendere certi film, in VO, e avvicinare il pubblico a film più difficili. Oltre che fare cassa. Nelle 2015 una la serata Hinner Salem, realizzatore curdo, ha avuto 150 spettatori mentre la serata sul cinema iraniano – con due film sconosciuti di Farhadi e Makhmalbaf – 120 spettatori.

Per l’organizzazione servono una decina di volontari il giorno dell’evento che, visto il carattere conviviale dell’evento, sono spesso facili da trovare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...