ARTICOLI

IL CINEMA A SCUOLA

scuolaPortare i bambini, ragazzi, adolescenti al cinema con la loro classe. Missione difficile per coordinare i terribili orari scolastici all’organizzazione cinematografica. Ma non impossibile. La prova : nel 2014/2015 in Francia, solo per la fascia 3-9 anni, + di 800.000 spettatori (+ di 2 mln di biglietti) hanno aderito ai dispositivi nazionali francesi. Non ci resta che copiarli ? Ecco una presentazione.

ECOLE, COLLEGE ET LYCEE AU CINEMA. Il principio è semplice : per fare educazione all’immagine servono più visioni accompagnate. Così, ogni classe iscritta al programma vede obbligatoriamente 3 film durante l’anno (2 per la scuola materna). Si comincia in autunno, con un film più facile, per poi aumentare la difficoltà dopo natale.

CHI SCEGLIE I FILM ? Né gli insegnanti né i gestori della sala. I film sono scelti a livello provinciale da una commissione composta da volontari (professori e bénévoles dei cinema) e professionisti (della sala referente per il dispositivo o di altri cinema). Questa commissione sceglie da una lista nazionale, dove ce n’è per tutti i gusti : dal film recente al film muto, dal film di genere al grande classico. Nel 2016, sono 66 i film proposti per college e 56 per la materna (programmi di cortometraggi), con nuovi arrivi ogni anno.

FORMARE I DOCENTI. Per ogni titolo il professore riceve un libretto per guidare il lavoro pre o post film in classe : biografia del regista, analisi della storia e dei personaggi, decoupage tecnico, analisi filmica di una sequenza … da veri malati di cinema ! Sono proposte delle “piste di lavoro”, chiare e facili da realizzare, che l’insegnante ha il lavoro già fatto. Ogni alunno riceve invece una scheda più breve e una locandina del film.

Per permettere ai professori di vedere il film prima degli alunni, le sale possono organizzare – alle stesse condizioni di noleggio – delle proiezioni pubbliche dei film. A seconda della provincia, all’inizio dell’anno scolastico è organizzato anche un ciclo pomeridiano di formazione per approfondire i 3 film dell’anno con un esperto.

CONDIZIONI VANTAGGIOSE. I prezzi dei biglietti sono fissati a livello nazionale : 2,30 € per Ecole, 2,50€ per Collège e Lycée (accompagnatori gratis). E non è tutto. I film, tutti usciti in sala da almeno due anni, sono contrattati a livello nazionale a condizioni molto vantaggiose : il distributore prende il 30% degli incassi, senza minimo garantito.

Per ottenere queste condizioni bisogna organizzarsi per risparmiare al massimo i costi al distributore. Può esistere un solo DCP per provincia che il distributore invia alla prima sala. La sala ricevente paga l’invio a quella successiva, con la responsabilità di rispettare il crono-programma, coordinato dalla sala referente.

Parliamo di biglietti a meno di tre euro e di aprire la sala alla mattina  : quali cinema pensate rispondano all’appello ? Con solo stipendiati, i cinema privati non riescono a rientrare nei costi e preferiscono investire in altre attività. Grazie ai volontari, queste proiezioni permettono alle sale associative di creare un legame coi nuovi spettatori, dando una qualità di servizio (flessibilità orario proiezioni, accoglienza calorosa) impossibile da trovare altrove.

NON ASPETTIAMOCI MIRACOLI. Ho visto con dei liceali Cesare deve morire (in versione originale), e il gruppo di ragazze con il cellulare o che parlava c’era. Neanche in Francia i bambini nascono cinéphiles, e vedere 3 opere non li converte tutti. Ma per alcuni questo programma è la sola possibilità di scoprire film che non avrebbero mai visto prima, di vedere film muti o in BN, in VO e di scoprire il grande schermo. A loro poi di scegliere che tipo di spettatori saranno. Ma il sistema educativo dovrebbe dargli la possibilità di scegliere con cognizione di causa.

P.s. I dispositivi scolastici francesi sono molto stretti. Solo per il liceo si possono proporre dei film che non sono nella lista. Le scuole aderenti sono obbligate a venire le 3 volte, e i tempi organizzativi sono lunghi ( le iscrizioni sono a giugno per l’anno dopo). Nulla impedisce di organizzare i propri percorsi cinematografici da proporre alle scuole, come alcuni cinema fanno. Il biglietto sarà più caro, ma ahimè è il prezzo della libertà 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...