CARO DIARIO

L’autunno é arrivato

Caro Diario,

sono contento di scriverti dopo un paio di mesi di assenza. Io sono sempre lo stesso, un paio di esperienze in più nella programmazione e un po’ acciaccato per l’arrivo dell’autunno.

Lato cinema dopo il mio compleanno sono andato con 2 colleghi e dei volontari al festival del cinema britannico di Dinard, città turistica nel nord della Bretagna.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

4 giorni tra passeggiate al mare, fish and chips, sole e soprattutto film (18 in tutto). Eccomi qui con il direttore e la segretaria del Cine Manivel sotto la statua di Hitchcock, mascotte del festival e presente con il suo pancione sui cataloghi e nei pass del festival.

pass-festival

A settembre abbiamo anche accolto due registi per presentare i loro documentari.

Uno di loro é Pierre Carles che in Francia ha il record di documentari realizzati (13) senza che nessuno sia mai andato in onda in televisione (per chi non lo sapesse i diritti televisivi sono sempre più importanti per rendere redditizio un film). Non perché siano brutti ma perché spesso nei suoi lavori prende di mira i proprio i mass-media. Può continuare a fare documentari solo grazie agli incassi nei cinema (che accompagna con lunghe tournée), vendite di dvd e ai crowdfunding. La rete regionale dei cinema bretoni ha pagato l’alloggio e il trasporto ; a carico di Manivel restava solo la cena e il pranzo del giorno dopo. Con una volontaria lo abbiamo accompagnato all’aereoporto di Nantes dove a preso un aereo per ritrovare la sua famiglia nel sud della Francia.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Con l’autunno é ritornata anche la gente al cinema. Se a settembre le famiglie erano occupate con il rientro a scuola, l’inizio di ottobre le ha riportate al cinema. Sabato scorso abbiamo fatto il tutto esaurito in due sale (150 e 115 posti) per l’ultimo Tim Burton e la nuova commedia di Dany Boon che ha riempito la sala anche domenica pomeriggio.

Sala completa.jpg

C’erano “solo” 50 persone per La mia vita di zucchina : uno stop-motion francese per tutta la famiglia che mi ha fatto piangere, ridere e ancora piangere, fortissimamente consigliato (uscirà in Italia con TeodoraFilm probabilmente nel 2017). Lo abbiamo programmato in anteprima per festeggiare la prima giornata del Cinema Art et Essai Europeo. Visto che eravamo presi dal tempo forte ispanofono abbiamo fatto una semplice anteprima ma credo che questa festa debba diventare un momento importante per tutti i cinema indipendenti d’Europa nei prossimi anni.

Quante cose, Caro Diario. Ho l’impressione a volte che tutto va troppo in fretta e che sono obbligato a correre per star dietro alle mille iniziative che facciamo nel cinema. Ho la sensazione di non curare come vorrei la programmazione e le animazioni; avrei bisogno di 50 ore a settimana, e non 35, per fare davvero bene il mio lavoro. A questo si aggiungono gli acciacchi legati al cambio di stagione (e ai 8 km quotidiani per andare al lavoro in bicicletta). Che voglia di vacanze !

Resta però quel pizzico di magia. Ieri abbiamo calcolato gli scolari iscritti nei dispositivi scolastici di quest’anno : più di 5000 ! In un paese di 9000 anime sono sempre fiero di lavorare in un luogo sociale e culturale così necessario e ben reputato.

Alla prossima !

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...